giovedì 25 marzo 2010

Non ho Sonno!



L'Insonnia regna Sovrana.
Oramai sta diventando un circolo vizioso.
Che invecchiando si torna bambini e si ricomincia a confondere il giorno con la notte?
Probabile.
AssolutaMente non impossibile dato che l'impossibile non esiste (non nella mia concezione, ci sono solo cose che ancora non sono in grado di fare che è ben diverso).
Opterò per il molto plausibile.
Si direi che suona veritiero e credibile.
Ma non ho la testa o la voglia di ricercar cause più profonde e nemmeno di ammettere le più evidenti.
Ometterò i dettagli.
Non sono rilevanti.
Di fatto, non dormo.
Prendo atto della cosa e cerco di incanalare le energie in qualcosa che sia di poco disturbo a chi invece dorme profondaMente.
Se scrivo son logorroica ma non v'è obbligo di lettura per alcuno ergo ... tra tanti mali mi pare ancora il minore.
Ho deciso che scrivo.
Ma sono impulsiva.
Mi serve un punto di partenza.
Anche una sola parola, il resto segue nell'immediatezza del pensiero.
Non dormo ma sono stanca.
E le parole giocano a nasconderello per non farsi acchiappare ...
Potrei tentarle con un caffè nero bollente ...
Ma non ne resterebbe per loro rintanate nei loro pertugi ed intricati labirinti del mio essere.
Pare non esserci via d'uscita.
Mi sento un cane che si morde la coda.
Ma sono allo stesso tempo consapevole che una via d'uscita c'è sempre, è solo che al momento mi sfugge e non mi riesce di vederla ... figuriamoci di acchiapparla!
Ma ... opto per un caffè.
SolitaMente mi concilia il sonno, non vedo perchè stanotte dovrebbe essere diverso.
Ci sono abitudini che ritengo assolutaMente irrinunciabili ... in primis il caffè, seguito da una fedelissima Lucky Strike.
Pauseggio e riprendo fiato.
Aspiro e riordino le idee ... sempre poche ma ben confuse.

Ristorata, ritemprata, incasinata come non mai.
Come asserire di non pensare a nulla?
Mi sfrecciano pensieri alla velocità della luce ... sono miliardi e non mi riesce di afferrarne uno.
Forse non è importante o si farebbe prendere.
Forse è importante e me lo lascio sfuggire.
Sempre aperta la porta del sanissimo beneficio del dubbio. Ho ottime possibilità, il 50%.
Eppure stasera qualcosa non torna (e non è il boomerang che ho lanciato prima, vorrebbe solo dire che ha colpito) e se non torna vuol dire che sta meglio dov'è.
Vaneggiamenti, allucinazioni, deliri ... eppure non mi drogo e sono pure astemia.
Oh santa polenta!
Le ho proprio tutte, o quasi.
Mi devo dare una regolata.
Stasera ho letto un post "In Vino Veritas" ma fosse vera quest'affermazione mi dovrei chiamar Pinocchia dato che sono astemia.
Eppure non so mentire, non voglio imparare.
Ci vorrebbe una passeggiata ristoratrice sotto la pioggia ... ma è sereno ... la mia solia C di ... Fortuna.
I furetti zompettano per la sala senza pace.
Io ed il cane li guardiamo e poi ci guardiamo.
Per la prima volta all'unisono scorliamo la testa in segno di disapprovazione.
Sto peggiorando, sono d'accordo col cane.
O forse è lui che peggiora ... non è mai stato particolarMente brillante e non ci siamo mai compresi ... non fino a stanotte.
PresumibilMente uscirebbe con me sotto la pioggia, ci piace camminare, è l'unica cosa che ci accomuna ... e non ci stanchiamo facile.
Divago.
Salto di palo in frasca magari nemmeno fresca.
Zompetto coi pensieri come i furetti sulle zampette, senza sosta, senza tregua, senza pace.

Irrequieta.
Instabile.
Ingestibile.
Indomabile.
Imperterrita ascolto in silenzio la notte che scorre.
Percorro momenti della giornata e mi sorprendo a ridere. Niente di nuovo, rido fin troppo spesso, specie quando non dovrei o quando non è consono alla circostanza.
Ma sono Folle e mi è concesso.
Mi si da spesso la ragione dei matti ed io la ripongo con cura, mi hanno detto che della "roba" è sempre bene averne.
SolitaMente non accetto consigli ... sono bravissima a sbagliare da sola ma questo mi ispira e lo colgo alla faccia delle mute provocazioni.
E poi ho in testa un motivo che non mi so levare.
Non ho mai legato una canzone ad una persona o ad un periodo della mia vita. Più semplicemente intreccio la musica ad un mio stato d'animo ma non ricordo cosa questa mi evoca. Non rammento qual era lo stato in questione.
Ho di nuovo perso il filo .... Ariannaaaaaaaa!
Mai che risponda quando ci son matasse da sbrogliare, benedetta ragazza!
Mi perdo nei labirinti mentali, nelle muraglie che il mio solitario neurone ha alzato per confondermi.
Ho deciso che stasera ha vinto lui.
Lo lascio crogiolarsi nella sua mera convinzione di essere un gran figo e smetto di scrivere.
Mi sa che leggerò.

Sequenza che mi ricorda qualcosa ... si ... molto familiare ...
Afferro questo pensiero e lo stringo tra le dita sorridendo non solo col viso ma col cuore.
E' tempo di porre fine a questo sproloquio.
Cerco la canzone e mi levo di torno, più che certa di non aver disturbato o turbato alcuno.

Buonanotte.


4 commenti:

*LaScatolaDeiSensi* ha detto...

Ogni Volta Che Rideva Si Stracciavano le Labbra
e il Sapore Che Ne Usciva Era di Stagione Amara le Sue Rughe di Cemento Lo Solcavano di Rosso...

Brulica D'Insonnia Un Corpo Stracciato Da Un Viaggio, Da Sponda a Sponda Senza Nessuna Tregua. Ora Sei Tornata.

[...Si è Sempre Ombra Di Qualcosa...]

Sereno Quotidiano PuroVeleno...

Pure Poison ha detto...

Mi piace esser Ombra
poco Appariscente
e per nulla luminescente.

Le Attese non sono terminate.
Tregua momentanea tra una Passione e un'altra.

Attendo.
Con trepidante impazienza.
Non il sonno,
la mancanza del medesimo
per poter Ardere di Nuovo!

Che il sole illumini i tuoi passi Magica Scatola ;)

NERO_CATRAME ha detto...

E' propio vero che ognuno è specchio solo di se stesso,anche se amo specchiarmi e trovare il tuo volto al mio fianco

Pure Poison ha detto...

In effetti ci riflettiamo parecchio.
Ma sono le Assonanze delle Affinità.
E' più un ... trovarsi negli occhi dell'altro.
Mi puoi dare una dimensione dell'Essere ma il vero specchio di noi stessi, siamo per l'appunto noi.
E poi se tu fossi specchio ti coprirei lo sai no?
Meglio tu sia Te ...
Adesso poi che inizia il caldo ...