domenica 11 agosto 2013

Ali SPezzate




Leggiadria di un Passato dove all'Unisono la Musica abbracciava la Danza volteggiando sulle Anime Pure prive di menzogne e sotterfugi.
Un Tempo per ogni cosa
Ogni cosa a suo Tempo
Ed il Tempo arriva inesorabile con mani di Falce a spazzare via ogni Sogno o Desiderio disilludendo la vita.
E la Vita beffarda ride cedendo il passo alla Paura ed all'Incomprensione.
I contorni si sfumano come in una vecchia fotografia troppe volte rigirata tra le mani. Annientandosi piano piano.
Le crepe aperte non rimarginano. Come ferite che solcano la pelle in profondità ... raggiungendo la carne dolorante per i troppi colpi presi.
Oscurità totale.
La luce del sole è tanto scostante dalla clandestinità di una vita costruita sui sotterfugi dei "se" e sulle incertezze dei "ma" ed i "però" prendono piede ... PrepotenteMente.
Fumo negli occhi ed ombre addosso che alimentano le nebbie dei pensieri.
Tempo di Musica che sedi ogni pensiero avventato.
Non ho un'altra vita da vivere, mi faccio bastare quel che rimane di questa.



2 commenti:

Fabio Zerbini ha detto...

Grande metafora e splendida fine. I migliori anni della nostra vita.... i migliori anni della nostra vita stringimi forte

Pure Poison ha detto...

@Fabio : ... che nessuna notte è infinita ... ;)